Italian English
Racconti

Racconti (141)

Racconti (Categorie)

Lunedì, 24 Ottobre 2005 10:59

Louisiana

Scritto da
Wendy agitò i piedi nel corso d’acqua. Le piacevano i piedi che madre natura le aveva fornito: erano snelli ed eleganti, morbidi ma decisi. Pensava che fossero stati creati per camminare non solo sulla terra, ma sui cuori e sulle menti della gente, degli uomini.
Domenica, 23 Ottobre 2005 08:29

Che sapore ha, la polvere?

Scritto da
L’indice della mano destra di lei indicò nuovamente il pavimento, dovette percuotermi leggermente il volto con il piede per catturare il mio sguardo distratto.
Mi avvicinai ancora di più verso Victoria e con esitazione alzai lo sguardo verso il suo volto, era bella da far piangere, lei ricambiò a quella muta adorazione con un’occhiata di complicità dei suoi occhi color smeraldo, affidarle le mie emozioni fu l’esperienza più estasiante della mia vita.
Domenica, 23 Ottobre 2005 01:35

La tromba d'acqua

Scritto da
Ad un tratto si levò le scarpe e mi mise le sue gambe distese sulle mie. Provai un tuffo al cuore improvviso, mai avuto prima e capii che in me qualcosa si era come rivoluzionato totalmente. Scoprii in pochi minuti tante meravigliose sensazioni nuove. Mi venne subito spontaneo ed irresistibile il desiderio di accarezzargli i suoi splendidi piedi. Prima di quel momento non mi era mai capitato di prestare attenzione ai piedi delle ragazze, ma da quel momento la mia vita cambiò. Baciai a lungo quei piedi...
Domenica, 23 Ottobre 2005 01:29

Lucky Strike, 2 parte

Scritto da
In quel momento non avrei potuto saperlo, so solo che la cosa che mi aveva provocato maggior soddisfazione era quello di sentire la sua lingua sotto i miei piedi, il suo viso sotto i miei piedi, l’averla presa a calci sul volto con la pianta. Si, tutto cio’ che era riconducibile al fatto di averla sotto i miei piedi mi eccitava da morire..
Domenica, 23 Ottobre 2005 01:26

Lucky Strike, 1 parte

Scritto da
Puntai ancora piu’ in profondita’ fino a sentire la lingua, fino a inserire anche le altre dita dentro la sua bocca.
Ecco. Penso che in quel momento presi completamente la sua dignità anche se poi successe dell’altro, e altro ben piu’ particolare di quello che stava succedendo, però in quel momento ci fù praticamente da parte sua una sorta di accettazione da parte sua.
Venerdì, 09 Settembre 2005 07:26

Il diario di Polly (Pollyfeet)

Scritto da
Anche quando Lui si avvicina con la faccia alle piante e odora il risultato dei miei sforzi fisici, non sono più imbarazzata. Gli chiedo semplicemente come possa resistere!?!
Lui dice che il mio odore è eccitante, non lo trova forte: un perfetto aroma, stimolante.
Venerdì, 12 Agosto 2005 08:34

Sorprese... alla fine...

Scritto da
Perché Marcella per tutta la serata prese in consegna il suo desiderio, lusingandolo in tutti i modi. E stando bene attenta che quando si occupava dei piedi delle sue amiche fosse stato appena appagato… Soprattutto della Ramata, di quando lei sciolse le stringhe degli stivaletti di camoscio e gli rivelò i piedini orlati di ombre scure... Di una perfidia infinita...
Venerdì, 05 Agosto 2005 09:10

Apocrife

Scritto da
Trattava la mia faccia, con le piante dei piedi ben strette intorno, come se fosse una palla d’allenamento: e non dimenticava mai una puntatina all’interno della mia bocca con gli alluci o una strizzatina alle narici, giusto perché non scordassi il profumo... - ...Ho leccato i piedi a... due punti... devo insegnarti tutto, ragazzo...
Venerdì, 29 Luglio 2005 09:41

Elisa delle Stelle - Epilogo

Scritto da
Elisa si guardava i piedi, bagnandoli con le lacrime. Lacrime che pareva lavassero la sensazione strana ma piacevolissima dei mille baci deposti delicatamente da quel duro, affascinante, dolce e gentile soldato shizita...
Venerdì, 22 Luglio 2005 11:27

Elisa delle Stelle - II

Scritto da
La giovane ufficiale medico si asciugò con la salvietta mentre azzerava il timer e scendeva dalla step-machine. Il lieve tonfo del suo piede nell’Asics da palestra fu delizia pura.
Layouts
Colors