Italian English
Racconti

Racconti (141)

Racconti (Categorie)

Sabato, 18 Ottobre 2003 15:07

Piazza delle Erbe

Scritto da
...Cosa si prova a tenere così un uomo? A farsi leccare i piedi in qualsiasi momento si voglia. E? come salire sulle spalle del mondo. Guardare dall?alto ogni cosa, con distacco e allo stesso tempo con trasporto. Lasciarsi andare al piacere, senza sentire nessun obbligo. Anzi come fosse dovuto, come fosse nell?ordine delle cose, che tu debba essere adorata. Infilare il piede nella sua bocca calda, umida. Penetrarlo. Prendermi il suo corpo. Possederlo. Cosa c?è da spiegare?
Sabato, 11 Ottobre 2003 14:08

Ines

Scritto da
Hai poi messo in pratica la sua fantasia dominante? Costringerlo a lavarti i piedi con la lingua? Ho sempre pensato che fosse una cosa molto imbarazzante esibire i propri odori, anche ad un amante.. Cosa si prova a farlo con uno schiavo? La mortificazione non è mai uguale a se stessa. Altrimenti non lo è. E.. un'altra cosa. Abitudine. Routine, gioco noioso. May sa bene cosa vuol dire cercare la mortificazione di un altro....
Mercoledì, 01 Ottobre 2003 00:17

Occhi Brillanti

Scritto da
Dio. Prenderle nella realtà non è come quando ne scrivi. Forse è eccitante. Ma prima. E dopo. Durante c'è il dolore. La mortificazione. Di tanto in tanto il desiderio che si affaccia...
Sabato, 20 Settembre 2003 16:04

Castano

Scritto da
Io sono una domina. Io sono una padrona. Per me gli uomini sono solo un oggetto da usare, un oggetto per il mio piacere. Come potrebbe capire Emma...
Martedì, 09 Settembre 2003 22:32

La figlia del sindaco

Scritto da
Giovanna roteò la cinghia con entrambe le mani, la fece passare alle sue spalle poi, con tutta la forza che aveva e facendola passare sopra la testa, frustò l'uomo in piena schiena; l'effetto fu devastante. L'uomo cadde in ginocchio urlando, poi si accasciò a terra tossendo violentemente e con evidenti difficoltà respiratorie...
Domenica, 31 Agosto 2003 22:57

Il fuoco

Scritto da
Una storia di edcvince
Le piaceva pensare ad un pentagramma da percorrere interamente leggendo nei suoi occhi le sinfonie che lei componeva. Nota per nota. Il desiderio ed il dolore forte, fino alla paura di non poterne più e stare male. Il dolore ed il risentimento, fino a raggiungere l'odio...
Martedì, 26 Agosto 2003 14:09

Una storia tra i banchi

Scritto da
Gli aveva risposto con un meraviglioso sorriso. Un attimo e lo faccio... Si alzò dal divano e si mise alle sue spalle. Sai prof, a volte mi sembri peggio del mio cane... Lo disse mentre giocava con l'anfibio nelle piccole gocce d'acqua che erano cadute a terra. Lui cercò di guardare fisso i piatti: gli parve diventato incredibilmente inquieto. Di più: ansioso di ascoltarla...
Venerdì, 22 Agosto 2003 19:05

Psyco

Scritto da
Arrivato a casa, da fuori la porta sentì delle voci: allarmato, aprì in fretta. Aveva lasciato il televisore acceso in salotto: strano, non era suo uso una dimenticanza simile. La tv ritraeva una scena di un vecchio film in bianco e nero. C'era una donna che poggiava il piede calzato sul torace di un uomo inginocchiato dinanzi a lei. Lo colpì il fatto che l'attrice somigliasse moltissimo alla dott. Rossi: solo era vestita con abiti di un tempo ed indossava calzature ottocentesche...
Giovedì, 21 Agosto 2003 14:26

A smelly experiment (2nd Part)

Scritto da
And then it was Laurie's turn. In slip-on canvas shoes, she stepped over Ted and occupied a place. He heard a shoe drop to the floor and then inhaled a warm rush of fetid, stale foot stench, reminiscent of a locker room. Almost immediately, Ted felt something warm and moist slide across his face...
Martedì, 19 Agosto 2003 20:21

A smelly experiment

Scritto da
Byron from "Smelly feet she says", a ancient wonderful link ... Byron work with a very personal manner speaking of fetish and domination... This is the first part of the tale, maybe we give the second part. When? Oh I don't know...
Pagina 10 di 11
Layouts
Colors