Italian English
Venerdì, 30 Giugno 2006 14:11

Linda, une merveilleux Madame rèservèe..

Scritto da  vince
Vota questo articolo
(0 Voti)
Feettribune: Però esistono uomini che si sottomettono davvero, cambiano dentro vorrei dire… Ed altri che invece fingono…
Mistress Linda: Alcuni spingono i propri fantasmi fino a farli diventare pseudo- realta`, altri si limitano a soddisfare i loro istinti sessuali. Sinceramente non credo possibile una sottomissione totale e a vita , a meno che non sia intervallata da periodi di stabilita` mentale per ricaricare l`energia dello schiavo e che i soggetti siano equilibrati al punto da saper controllare le derive psicologiche della situazione

Ci sono chiacchierate facili ed altre meno. Il problema, credo, è stabilire il perché si parla. Tribune quando ha deciso di parlare con Mistress Linda lo ha fatto per cercare di comprendere la personalità di questa splendida Madame che vive a Bruxelles, ma domina in tutta la rete. E non solo in quella…

***

FT: … per molte persone sei soltanto l'immagine riflessa dei propri desideri. Una persona che non incontreranno mai, ma che suscita in loro desiderio. Che magari useranno altrove. O da soli. Ti capita mai di pensare una cosa così?

ML: Onestamente, vivendo praticamente da sempre in ambienti bdsm, ho smesso da tempo di analizzare i tortuosi pensieri degli slave o feticisti, anzi direi degli uomini in generale, soprattutto quelli inerenti i loro desideri sessuali, per cercare di elevare i miei pensieri a soggetti piu` edificanti. E siccome, purtroppo ,i pensieri degli uomini troppo spesso edificanti non sono...

FT: Rimaniamo a chi ti vede solo da lontano. Quando ti dicono che sei affascinante senza conoscerti di persona, pensi che non sanno niente di te e ti dicono belle cose senza sapere nulla. O che sei fortunata perché non conoscono i tuoi difetti?

ML: Buona la seconda…

FT: Ok ci credo. E' troppo chiederti di parlarci di qualche tuo difetto? Che magari vorresti correggere e non ci riesci?



ML: Sono fortunata, anch`io non li conosco.....

***

In apertura si diceva delle chiacchierate difficili e quelle facili. Ci sono delle cose sulle quali Mistress Linda mi sembra un pò riservata. In pratica tutto quello che riguarda il suo personale..

***

FT: Ci racconti di te? Le tue prime emozioni che si possono riferire alla sfera erotica?

ML: Assolutamente , no…



FT: Magnifico. Il tuo primo bacio?

ML: ..non ricordo, veramente, e` passato cosi` tanto tempo..

Decisamente riservata...

***

FT: Quando hai cominciato a pensare che potevi essere una dominatrice?

ML: Mia madre era una dominatrice professionista a Parigi, io vivo in questa realta` da sempre e mi sono posta la domanda molto presto, inevitabilmente. Nonostante tutto , come e` giusto che sia per quanto riguarda la sfera professionale, ho cominciato a pensarlo solo quando ho visto i primi risultati del mio "lavoro" e della mia professionalita` che mi portano a vedere il bdsm come un diletto ma soprattutto come un`attivita` che diventa estremo piacere quando da i suoi frutti, in senso economico, ma soprattutto a livello professionale. E qui non voglio dilungarmi...

FT: Neppure noi. Invece mi pare molto interessante quello che dici a proposito di tua madre. Ho letto parecchio tempo fa un libro scritto proprio da una dominatrice proprio parigina, Annick Foucault "Françoise Maîtresse": si raccontano episodi in cui gli slaves partecipano alla vita familiare della loro padrona, alle sue gioie e ai suoi dolori.. C'è qualche episodio legato alla tua adolescenza che è connesso al suo lavoro? E che ha influenzato la cattiva opinione che, mi sembra, hai degli uomini?

ML: Conosco personalmente Maitresse Francoise e Maitresse Gigi` ( amiche di mia madre) che hanno avuto la fortuna di vivere gli albori del bdsm come s`intende oggi. Non ho una cattiva opinione degli uomini. Anzi ho una buonissima opinione degli uomini sottomessi alle donne. La mia adolescenza e` stata come quelle di tutte le adolescenti cresciute solo con la madre. Questo, penso che sia il solo aspetto che abbia influenzato le mie attuali tendenza e la mia filosofia di vita. Non il fatto che mia madre fosse una dominatrice…

***

…. comunque preferirei non parlare di lei dato che i nostri rapporti si sono interrotti da quando a 18 anni ho deciso di trasferirmi a vivere da sola ( con i miei schiavi)…

FT: Ci hai detto di tua madre. E di tuo padre? Il tuo rapporto con lui?

ML: Non l`ho mai conosciuto, credo che mia madre l`abbia usato solo per soddisfare il suo desiderio di Maternita` e poi l`abbia abbandonato, non so. Del resto caro Vince, cerchiamo di rimanere nel contesto ......

Già. La riservatezza, non è vero Linda?

***

FT: C'è un passaggio tra l'inconscio e il conscio nei tuoi desideri?

ML: Chi e` veramente conscio della realtà?La consapevolezza potrebbe anche essere "individuale", quindi non vi e` differenza, secondo me.

FT: Il piacere è individuale. Ma è anche legato alla capacità di una coppia di avere complicità. Che tipo di complicità può esistere tra una padrona e uno slaves? E quali sono i tempi perché essa possa svilupparsi?

ML: Tutta la complicita` possibile; tutti e due sono li` per questo; Mi sembra che stiamo affrontando la questione in maniera diversa : pur essendo consapevole della natura umana che fa si` che un uomo e una donna si uniscano nell`amore con l`obiettivo di formare una famiglia ,io ho fatto una scelta precisa che va al di la` dello spirito e dell`anima delle cose di cui se vuoi parleremo in altri tempi ma soprattutto in altri contesti. Che per qualcuno rinunciare all`amore terreno, assoluto o no, di un suo simile sia` impensabile , e` un`idea che trovo perfettamente logica e plausibile. Io ho solo fatto una scelta terrena diversa , cosa che non mi impedisce di elevare il mio spirito in altri contesti, talmente personali che tu comprenderai non essere questo il luogo dove discuterne, anche perche` di questo passo rischiamo di annoiare i lettori...

Mi sta venendo un’idea per questa chiacchierata..

***

FT: La musica. C'è una musica legata al momento della scoperta del tuo ruolo?

ML: Alla scoperta del mio ruolo no; comunque Ludwig van Beethoven ha giocato e gioca un ruolo importante nella mia vita.

FT: Perché? E perchè Beethoven e non i Duran Duran? O gli Stones?

ML: Mi hai parlato di una musica legata al momento della scoperta del mio ruolo e io ti ho indicato l`artista che piu` mi ha dato, gli altri non so…. perche no ? a me i duran Duran piacciono molto...

FT: Come vivi la tua dimensione di mistress in una relazione d'amore?

ML: non puo` e non deve esistere interamente… puo` esserci da parte dello slave, ma la Maitresse provera` nello sceglierlo solo affetto e comunque mai in esclusiva

FT: Quindi le tue relazioni d'amore sono al di fuori dei rapporti con gli slaves..

ML: Non ci sono, vedi sopra...

FT: L'amore è uno stato di grazia. E amare è molto più appagante che essere amati. Quanto ti riconosci in queste affermazioni?

ML: Sono d`accordo..

FT: Sei innamorata?

ML: Si; della vita del mondo delle donne e di tutti gli uomini di buona volonta`. Ho tantissimi amici(diciamo conoscenze) dentro e fuori il bdsm. <br>
FT: Ti è mai successo di non riuscire a controllare la tua emozione?

ML: Non so, puo` essere...

L’idea per il titolo dell’intervista è…

***

FT: Ti è capitato con persone che non sanno nulla dei tuoi interessi di parlare di dominazione e feticismo?

ML: Quotidianamente

FT: E cosa succede? C'è qualche episodio dei tuoi discorsi con gli altri che ti ha divertito? O infastidito in modo particolare?

ML: Sono sempre delle situazioni divertenti, e i discorsi in pubblico sono giocoforza aleatori; mai veramente infastidita, a volte delusa dalla stupidita` e dalla superficialita` di certe (poche) persone..

FT: Cosa pensi degli uomini che amano la sottomissione?

ML: Tutto il bene possibile..

FT: Immagino. Non so se conosci un vecchio film di Bunuel "Belle de jour". Nel cast c'era la splendida Catherine Denevue. In una scena Charlotte, professionista del sesso, interpreta la parte della dominatrice. Ma è il suo cliente che ha già le battute per quanto deve accadere tra loro. Non pensi che ci sia una tendenza nei cosiddetti slaves a dettare i tempi e gli ordini della signora? In pratica a porsi come il padrone della padrona?

ML: Bel film, effettivamente esiste questa tendenza ; altrove non da me.

FT: C'è un modo per essere " sottomessi"?

ML: No...

FT: Però esistono uomini che si sottomettono davvero, cambiano dentro vorrei dire… Ed altri che invece fingono…

ML: Alcuni spingono i propri fantasmi fino a farli diventare pseudo- realta`, altri si limitano a soddisfare i loro istinti sessuali. Sinceramente non credo possibile una sottomissione totale e a vita , a meno che non sia intervallata da periodi di stabilita` mentale per ricaricare l`energia dello schiavo e che i soggetti siano equilibrati al punto da saper controllare le derive psicologiche della situazione

FT: C'è qualcosa che ti ha colpita particolarmente nel corso delle relazioni con i suoi sottomessi?

ML: No

FT: Quindi sei in qualche modo indifferente a loro? O no?

ML: No al contrario, questa e` la prova della mia sensibilita` nei loro confronti..

***

Prima di dare quel titolo, facciamo un’altra prova…

***

FT: Perché secondo te gli uomini sono tanto attratti dai piedi femminili?

ML: Perche` e` il posto di loro competenza...

FT: Questa è molto divertente. Ma il piede è un oggetto di erotismo da secoli. Uno di quegli oggetti erotici che sono stati messi all'indice da quando la religione va a braccetto con il potere e tutto quello che non serviva alla riproduzione era una cosa proibita.

ML: ..già… ti sei risposto da solo; anche se secondo me il 90 per cento degli amanti dei piedi femminili , li vedono come il principio della loro sottomissione(ai miei piedi!!) verso una donna... <br>
FT: Il mio pensiero a proposito di bellezza o meno dei piedi è che questa non è particolarmente importante, perché si possono adorare i piedi di una donna per niente belli perché si adora lei.. E tu che ne pensi?

ML: Non sono d`accordo: se una donna ha un viso o un corpo storpiati , ad esempio,puo` essere amata per quello che e` malgrado i suoi difetti, ma i difetti restano..

FT: Hai senza dubbio ragione. Mi sono spiegato male. Intendevo una cosa diversa. Quanto gioca secondo te lo sguardo, la personalità di una "dominatrice", al di là della specifica bellezza di ogni suo tratto? Dal piede a tutto il resto..

ML: Il cinquanta per cento..

FT: L'odore. Molti uomini amano il pensiero di lavare con la lingua i piedi femminili.. Qual è il tuo pensiero al riguardo?

ML: Tra l`altro.....

FT: Certo, non è l'unica cosa. Ma questa forma di umiliazione comprende una concessione della Signora. Poter sentire il suo odore, la sua traspirazione, non ti pare?

ML: Mi pare, effettivamente..

FT: Ho scoperto che a molte donne fa piacere sapere che l'uomo che desiderano leccherebbe i loro piedi odorosi. E' una sensazione indotta dall'idea di compiacere l'uomo o è autentica?

ML: Non so chiedilo a coloro che hai scoperto...

FT: Non mancherò. Ma quello che volevo sapere da te è se pensi che la maggior parte delle donne "dominatrici" finga per compiacere l'uomo. Oppure no.

ML: Ripeto non so cosa pensare, non ne ho la piu` pallida idea, credo di si , o no? Credo proprio che bisognera` che tu lo chieda a loro... a me comunque fa piacere e basta....

FT: La frusta. Il dolore. L'umiliazione. Questo cocktail è alla base del sm-fetish. Ma per ogni dominatrice il cocktail è diverso. Il tuo com'è?

ML: Uhm…ogni volta un`esperienza diversa..

FT: Mi racconti un'esperienza che ti ha colpito?

ML: Quasi tutte, ripeto...

Ok. Ora il titolo ce l’ho...

***

FT: Un libro che hai letto che ti ha lasciato un segno. O anche più libri.

ML: Umano troppo umano (Friedrich Nietzsche ), Da Vinci code ( Dan Brown)

FT: Nietzsche aveva un difficile rapporto con l'universo femminile.

ML: Si e` vero....

FT: Quali cose nell'sm-fetish devono rimanere fantasia, o essere solo sfiorate, secondo te per non rischiare di rovinare un rapporto?

ML: Nessuna...

FT: Cioè, tu non pensi che molte cose siano più soddisfacenti nella fantasia che nella realtà? Non fosse per altro che per la difficoltà ad essere veramente complici in un rapporto?

ML: No; secondo me volere e`(quasi sempre) anche potere…

FT: Fetish, sm, bsdm: c'è bisogno d'amore per viverli insieme o possono essere anche solo un gioco?

ML: Devono essere sempre un gioco. Vedi io separo completamente le attivita` del corpo con quelle dell`anima. tutto cio` che riguarda il terreno e` gioco, viceversa l`anima ( in senso divino) deve restare al di sopra di tutto. L`amore, quello assoluto, verso il genere umano e verso una entita` superiore e` il solo modo di amare che io conosca , non verso un uomo ma ripeto verso il genere umano , che concorderai sono due cose diverse.....

FT: La normalità non esiste e lo sappiamo. Ma come si fa per introdurre in una "normale" relazione d'amore l'sm fetish, secondo te?

ML: Se il rapporto e` vero e leale e uno dei due partners prova desideri bdsm, non avra` problemi a rivelarlo all`altro e a sperimentarlo.

FT: Come vivi il tuo rapporto con le altre donne? Ti scrivono mai?

ML: Capita in tante situazioni e diversi motivi. <br>
FT: Qualcuna di queste situazioni o motivi.

ML: Donne che vogliono dominare i loro mariti, altre Mistresses per films o altro, amiche , la commercialista , etc

FT: Un consiglio alle ragazze che provano desideri di dominazione e non hanno il coraggio di parlarne con il partner

ML: Parlatene, probabilmente anche lui sta aspettando

FT: Quali sono i siti del net che trovi più interessanti?

ML: Trovo la realta fisica migliore di quella virtuale.

FT: Senza dubbio. Ma vuoi salutare in qualche modo il popolo di lettori di Feettribune?

ML: Un severo abbraccio a tutti gli iscritti al forum e un augurio di tante belle cose feticiste a te ,vince ,e ai collaboratori di Feettribune


Ok, au revoir, Linda, merveilleux madame reservèè…
Letto 6465 volte Ultima modifica il Mercoledì, 23 Maggio 2012 12:45
Altro in questa categoria: « Daemonia!!
Layouts
Colors