Italian English
Venerdì, 18 Marzo 2005 15:27

Intorno ad un'intervista: uno, nessuno e centomila... (interviste?)

Scritto da  vince
Vota questo articolo
(0 Voti)

Questioni di cortesia ci hanno fatto decidere di lasciar perdere un'intervista realizzata con l'ideatrice di un piccolo gruppo Yahoo. Perchè? Conoscete lo scritto di Pirandello "Uno, nessuno e centomila"?. Si, no? Vabbè, presto ne parliamo...
ECCOVI UNA PARTE DEL PERCHE', IL RESTO ANDATE A LEGGERLO NELL'ARTICOLO SULLA PRIMA: "PASQUETTA, PIRANDELLO..."

....la nostra amica ci ha detto che avrebbe preferito che non restasse più sulle pagine di Tribune e non abbiamo esitato ad accontentarla. Succede e figuriamoci se noi ci ostiniamo a tenere il ritratto di una persona “ a dispetto”. Quello che invece ci ha lasciato perplessi, scusatemi se ve lo dico, è un’altra cosa. Come primo atto subito dopo la pubblicazione dell’intervista, a prescindere, come direbbe Totò, la nostra amica ha pensato a cancellare il nostro accredito dal suo gruppo. Annunciandolo pubblicamente, come a voler dire -“Ehi… io sono innocente, non ve la pigliate con me” Proprio così. Non permettendoci neppure (tra l'altro) di rispondere (se ci fosse parso il caso) ai commenti apparsi dalle parti del suo gruppo. Commenti “granitici”, dovrei dire. Che però non a caso, nessuno ha pensato di venire a farli qui, dove poi l’intervista è uscita e dove avremmo potuto tranquillamente rispondere. In verità qualcuno di noi avrebbe potuto pure rispondere in quello spazio, siamo talmente tanti, non è che ci volesse granchè... Ma ne valeva la pena? No, e poi la logica la conosciamo. Andare da quello che viene ritenuto l’anello più debole della catena. Che non è manco detto che lo sia. Però, non so com’è, la nostra amica ci ha chiesto di togliere l’intervista dal cartellone. Ma perché commenti tanto duri? Non è che sarà stata l’aria di primavera a irrigidirli a questo punto? Commenti al viagra, mi viene da definirli. Anzi di più, visto che in qualche caso appaiano addirittura (stupidamente) minacciosi. Leggete questo, leggete… “Il web non è cosa per persone pulite purtroppo, quando queste compaiono, la paura nei vili esplode con fragore, come un tuono in un cielo fetido e inquinato” Oh madonna e che sta succedendo? Vi siete incuriositi. Che è successo, chi ha fatto questi commenti? Come è successo? Non è che per caso Feettribune ha offeso qualche vescovo, qualche cardinale? O addirittura… No, no… Mi pare di sentire mi nonna Ines- “Vince, nipote mio tu e gli amici tuoi, scherzate con i fanti e lasciate in pace i santi, non te l’ho sempre detto? Piano, piano nonna, è Pasqua, Claudine ha fatto l’agnello e ti giuro che nessuno di noi ha insultato i santi... Almeno non credo, dovrei chiedere a Estremo che ogni tanto fa qualche casino… Vabbè. E allora che è successo? Cominciamo da Pirandello. Perché Pirandello? Uhm, perché come prima cosa (prima di leggere i commenti “granitici”) mi è venuto in mente “Uno nessuno e centomila” quando ho ricevuto la mail della nostra amica intervistata. Lei mi diceva di non riconoscersi nel ritratto proposto. Non sei la sola, non è la prima volta che succede, avrei voluto risponderle. Ma ero fuori, lei era fuori, si sa che il diavolo quando vuole ci mette la coda. Comunque ho dovuto fare un po’ di casini per controllare le cose ma all’inizio la storia di “Uno nessuno e centomila” è stata la prima cosa a cui ho pensato. Claudine mi dice che non si ricorda questa storia di che parla. Uhm, ci dobbiamo sempre fare conoscere? Vabbè, il racconto è più o meno questo: al protagonista la moglie fa notare un particolare di cui non si era mai accorto (il naso, lo so che il mio è lungo, ma non c’entra, se mi dicessero che è corto ci sarebbe da preoccuparsi, Claudine..) e da lì inizia un viaggio alla scoperta di se stesso visto dagli altri… Ma se fosse solo questo: poi ho scoperto i commenti “granitici”. Io credo che a questo punto molti che l’intervista non l’hanno letta si staranno chiedendo cosa mai vi fosse scritto di tanto scandaloso. Rassicuratevi. Non c’era scritto niente di speciale. Né venivano fatti nomi, cognomi, indirizzi e numeri di telefono. Perchè noi siamo molto attenti a non strombazzare le cose. Certo, se qualcuno poi si riconosce e tiene la coda di paglia, se l’accende, come si dice, no? ...
Letto 2622 volte Ultima modifica il Mercoledì, 23 Maggio 2012 12:45
Layouts
Colors