Italian English
Venerdì, 18 Febbraio 2005 13:20

Mi massaggi i piedi...

Scritto da  vanderfoot
Vota questo articolo
(0 Voti)
Mi massaggi i piedi, questo mi dice la mia compagna, circa una volta alla settimana, di sera, dopo cenato, di solito lei e' sul divano, mentre io mi annoio davanti alla televisione e quando sento quella frase -Mi massaggi i piedi- di colpo dimentico tutto, basta telegiornali, basta guerre, basta politica, basta problemi, mi alzo e...
-Mi massaggi i piedi...
Ecco, queste parole senza punto di domanda sono un ordine che non e' un ordine, una semplice richiesta che verra' esaudita prontamente, la mia compagna lo sa che non aspetto altro e mentre me lo dice sorride, un sorriso complice, da tempo conosce la mia passione per i piedi femminili e la mia voglia di sottomettermi a lei. Questo e' uno dei giochi che preferisco, spesso mentre facciamo l'amore le lecco come preliminare i piedi, per poi continuare mentre lei mi dice che sono il suo schiavo...
Ma torniamo alla famosa frase -Mi massaggi i piedi-...
Allora prendo il solito catino, lo riempio di acqua calda, metto alcune gocce di olii essenziali (a volte al limone, altre volte alla menta oppure all'arancio, quello che trovo al momento, c'e' ne sono tanti e non vi annoio con l'elenco), torno dalla mia compagna-padrona, stendo davanti a lei un quotidiano per non bagnare eventualmente il pavimento, sopra al quotidiano appoggio il catino: lei mette i piedi dentro, intanto prendo l'asciugamano e preparo una crema apposita oppure dell'olio profumato (anche qui varia il tipo di aroma, ne abbiamo tanti in casa, e' una sua passione che ha contagiato anche me), appoggio la crema o l'olio sul divano, m'inginocchio ai suoi piedi e glieli lavo delicatamente, poi li asciugo, allora di solito lei mi avvicina i piedi al naso e mi chiede se sono profumati, ovviamente le rispondo di si, mentre aspiro il loro profumo lei mi dice di baciarli, allora incomincio a baciarle i piedi, non vi dico come pulsa il fratellino in mezzo alle gambe, poi lei leva i piedi dalla mia bocca adorante e si distende sul divano, porto via il catino ed il resto e torno da lei.
Mi siedo sul divano e lei mi allunga un piede ed inizia il massaggio, prolungato, la crema o l'olio devono scomparire dalla pelle (dopo lo so bene che con mio sommo piacere lecchero' quel piedino, un 37 se v'interessa), poi passo all'altro piede, un quarto d'ora circa per piede, alla fine quando la crema o l'olio sono scomparsi dalle pelle e resta solo il profumo e l'aroma inizo a baciare (ogni volta, sempre, aspetto con ansia questo momento) il piede, piccoli baci continui e poi incomincio a leccarlo lentamente, intanto l'altro suo piede si strofina sui miei pantaloni dove il fratellino pulsa, lei sorridendo mi dice
-Senti senti cosa c'e' li-
Allora sposto il piede che si strusciava, lo prendo in mano ed inizio a leccarlo, levo le mani mentre lei lascia che continuo a leccarlo e mi levo i pantaloni e le mutande continuando a leccare il suo piede, il fratellino prepotentemente si alza, un suo piede incomincia a masturbarmi, l'altro piede si strofina sulla mia faccia, m'infila le dita in bocca mentre mi dice
-Sei mio, dimmelo che sei mio...
Ed io rispondo -Si sono tuo, tuo...
Lecco le dita, le infilo una ad una in bocca e le succhio.
Lei mi dice -Sei mio, il mio schiavo, dimmi che sei il mio schiavo... Ed io rispondo sempre leccando -Si sono tuo, sono il tuo schiavo, padrona sono tuo, sono il tuo schiavo- e lecco mentre lei m' incita -Lecca schiavo, lecca, lecca-
Ed io lecco a piu' non posso il suo piedino dicendole -Sono tuo, sono il tuo schiavo, schiavo, padrona, padrona- lecco e poi prepotentemente esce una cascata dal mio fratellino che imbratta il suo piedino.
La guardo adorante dandole gli ultimi baci al suo piede, mi alzo prendo delle salviette gia'comodamente pronte li vicino e prima di andare a pulirmi asciugo il suo piedino, lo bacio e vado in bagno.
Vi diro' che questo massaggio lo farei tutte le sere, ma che dico, anche tre volte al giorno, ma sapete com'e', bisogna attendere la signora, quando ha voglia, comunque ragazzi sono fortunato...
Non vergognatevi se avete una moglie, una fidanzata, una compagna, insomma una donna con cui convivete la vita di dire, di comunicare, di parlare della nostra "particolare" adorazione dei piedi, se lei e' intelligente e vi vuole bene vedrete che la vostra vita in comune andra' per il meglio...
dimenticavo che qualche volta invertiamo i ruoli, lei e' la mia schiavetta... ovviamente preferisco essere io il suo schiavetto, pero' ragazzi mi piace tutto... sono innamorato da piu' di dieci anni...
Letto 7083 volte Ultima modifica il Mercoledì, 23 Maggio 2012 12:45
Layouts
Colors