Italian English
Sabato, 23 Ottobre 2004 20:15

Buio

Scritto da  Nadine
Vota questo articolo
(0 Voti)
Feci l'amore con Lui respirando nel Buio, divisa da lui da una porta. Lo amai e lo odiai supplicando, chiedendogli di farmi uscire e di farmi rimanere. Quando fu il tempo di aprire la porta, lui l'aprì.

Quali sono le paure, dimmi?
Quali sono le angosce, dimmi?
Dimmi...
dimmi...

Avevo tanta paura del Buio. Lo vedevo un luogo di sguardi nascosti e di mostri cattivi. Accendevo sempre una lucina prima di spegnere le luci che davano giorno alla notte. Ricordo. Spegnevo la grande luce, accendevo la piccola lucina sul comodino e guardavo sotto il letto per vedere se si fosse nascosto il Cattivo della mia testa. Controllavo e lui non c'era. Riguardavo e riguardavo non so quante volte. Non so quante...
Mi mettevo di fianco coprendomi fino agli occhi per non guardare quella piccola lucina che dava ombre al Buio combattuto e per ascoltare meglio ogni piccolo rumore che scricchiolava tra il pavimento e le mura della mia stanza. Respiravo piano. In punta di alito, come se il respiro accompagnasse un silenzio danzante e delicato. E così trascorsi molte notti. Mille, duemila... forse milioni di notti e notti. In silenzio accompagnando rumori e ombre.Poi arrivò Lui. Dallo sguardo sveglio, un po' stanco ma che aveva l'arte di fissarmi il posto giusto e al momento giusto. Si sedette sul mio letto e mi scrutò, con un lieve sorriso all'angolo della bocca, come per abbracciarmi con cinica dolcezza.Mi tese la mano: una mano un po' rude e affusolata.
- Sei il Cattivo, gli chiesi con paura scomposta.
- Sono il Buio, mi rispose, stringendo la sua mano alla mia, amalgamando protezione e terrore.
Mi accompagnò in un lungo corridoio con mura bianchissime e con piastrelle color indaco. Serenità. Provai serenità. In fondo al corridoio una porta nera con striature marmoree. Lui l'aprì e vidi un vortice di nero-terrore.
- No, ho paura, gli piansi, puntando i piedi.
- Devo... rispose con durezza .
Lo guardai bene: il suo viso era teso, i suoi occhi accennavano alla semichiusura, le sue pupille erano dilatate per guardarmi meglio. Si pose dietro la mia schiena, poggiò le sue mani sulle mie spalle. Mi respirò sul collo lasciandomi in compagnia del suo alone umido. Poggiò il suo piede dietro la mia bassa schiena e spinse...Spinse di botto, improvvisamente, senza ripensamenti. Con violenza. Con rabbia, lasciandomi barcollare per quattro passi in avanti e facendomi ritrovare con le mani contro il muro senza colore. Il buio di quello sgabuzzino aveva tolto tutti i colori e i contorni del mondo. Anche i miei. Confusa nel buio, non mi trovavo più, se non tastando la mia pelle che iniziava a tremare. Tremavo e piangevo di paura.

Aiutami, fammi uscire, gli supplicai.
Silenzio.

Solo il suo respiro, lievemente affannato.
I miei singhiozzi disperati.
Voglio uscire, urlai.

Silenzio... Ancora il suo respiro che mi faceva compagnia e che si confondeva col mio.
Io, il Buio e Lui.

Adagiai, sfinita, il capo contro la porta, sperando l'aprisse e attendendo che il tempo scivolasse via. La mia mano ascoltava la mia bocca. Mi respiravo su di essa per sentirmi, per non perdermi in quel quadrato senza spazio, senza luce e senza tempo. Adagiai la mia testa sulla porta per non perdere il ritmo del suo respiro. ne ascoltavo ogni piccola variazione e più ascoltavo e più mi tranquillizzavo. Appena quel respiro si allontanava o cambiava ritmo, il cuore mi sbalzava il cuore in gola, impaurito. Non gli chiedevo più di farmi uscire, gli supplicavo di respirare.
"Respira, per favore..." pregavo con un filo di voce.
Lui respirava... Feci l'amore con Lui respirando nel Buio, divisa da lui da una porta. Lo amai e lo odiai supplicando, chiedendogli di farmi uscire e di farmi rimanere. Quando fu il tempo di aprire la porta, lui l'aprì. Mi guardò, osservò il mio viso stanco e assetato di luce. Mi abbracciò, mi prese in braccio e mi rimise nel mio morbido letto. Baciò la mia fronte e se ne andò.La notte dopo tornò e mi trovò senza la lucina accesa ma al buio... ...in attesa di Lui.
Letto 2648 volte Ultima modifica il Mercoledì, 23 Maggio 2012 12:45
Altro in questa categoria: « Aria Obsession »
Layouts
Colors